Atene (TMNews) - La crisi sta mettendo in ginocchio la Grecia, ma dietro i molti risvolti drammatici della recessione si cela anche qualche buona notizia. Come per esempio l'ispirazione che la situazione economica ha portato a molti artisti greci, come nel caso di due attori che hanno messo in scena la "Disobbedienza civile" del filosofo americano Henry David Thoreau, testo con molti spunti di sorprendente attualità."La crisi finanziaria ci ha ispirato - spiega l'attore e regista Dimitris Kouloumbaris - Abbiamo scherzato sulla recessione con una commedia che è di puro divertimento. Perché dobbiamo restare positivi e dobbiamo essere forti. Ci ribelliamo alla recessione con la creatività".Lo spettacolo va in scena alla Fondazione Cacoyanis, che in questo periodo particolarmente difficile, sta offrendo un palcoscenico a molti giovani artisti."Noi vediamo che le persone soffrono - racconta l'assistente direttrice della Fondazione Xenia Kaldara - quindi non si può dire che la crisi finanziaria sia una buona cosa o un'opportunità. E' un problema enorme e la gente fatica a dare da mangiare ai propri figli. Però abbiamo visto altre volte che le recessioni possono avere effetti positivi sulle arti".E alcuni numeri sembrano confermare questa tendenza: la Fondazione Theocharakis, per esempio, che ospita mostre e spettacoli per bambini, ha visto il proprio pubblico aumentare del 60% rispetto al 2009. Le difficoltà, comunque, ci sono e per promuovere la cultura lo Stato ha deciso di abbassare i prezzi dei musei e dei siti archeologici del Paese. Nella speranza che la cultura possa essere una prima risposta alla recessione.