Tokyo, (TMNews) - In un paese come il Giappone dove il tatuaggio è associato ai gangster e non si può mostrarlo in pubblico, uno dei maestri di questa arte espone le sue opere: modelli col corpo coperto di temibili tigri e draghi "Oggi giorno, qui in Giappone, di solito un gruppo tatuato dallo stesso maestro forma una sorta di club, come lo siamo oggi noi: tutti quelli che vedi sono stati tatuati da Mr. Hariyoshi divertendosi". Alexander Reinke, è uno degli studenti di Horiyoshi III, considerato uno dei più grandi artisti di tattoo internazionali. I suoi lavori sono stati premiati in numerosi convegni in giro per il mondo.Un suo fan, Ryuji Takauchi:"Il tatuaggio rimane per sempre. Il mio corpo è coperto dal signor Horiyoshi: io mi fido di lui con il mio corpo. Gli sarò grato per sempre".Il tatuaggio è stato diffuso in moltissime culture, sia antiche che contemporanee: a seconda degli ambiti in cui è radicato, ha rappresentato sia una sorta di carta d'identità dell'individuo, che un rito di passaggio, ad esempio, all'età adulta, come spiegano gli amanti del tattoo. (Immagini Afp)