Giappone, (TMNews) - Trasformarsi in un robot indossando casco integrale e guanti, mantenendo intatti tutti i sensi: dal tatto all'udito. Dei ricercatori giapponesi hanno creato un automa che può essere controllato a distanza da remoto grazie alla tecnica del motion capture, cattura dei movimenti. TELESAR V, questo il suo nome, permette a chi lo comanda di sentirsi catapultato nello stesso luogo in cui si trova il robot, un po' come la tecnologia che compare nel film "Avatar". Il professore Susumu Tachi è specialista in realtà virtuale all'università Keio."Si può letteralmente entrare nel robot - dice - Vedere quello che vede, sentire quello che tocca". Una tecnologia fondamentale in alcune situazioni, ad esempio per intervenire in zone radioattive. Uno dei ricercatori che ha provato il robot Sho Kamuro, racconta di sensazioni estranianti."Quando metto l'attrezzatura elettronica vedo che le mie mani sono le mani di un robot, quando muovo la testa non vedo più quello che ho davanti. E' una strana esperienza che mi fa domandare se non sono davvero diventato un robot".