Napoli (TMNews) - Un presepe diverso con il peggio di quello che c'è in Italia. Ci sono le discariche abusive di rifiuti tossici, i camini inquinanti di una fabbrica dell'Ilva, un barcone per i viaggi della speranza con a bordo immigrati, mentre il bambino Gesù è sistemato all'interno di una bomba pronta ad esplodere. E' l'opera è stata realizzata dai bambini delle elementari del III Circolo Don Milani ed esposto a San Giorgio a Cremano, alle porte di Napoli.Dai bambini è arrivata una forte provocazione ma anche tanti messaggi di speranza in occasione della mostra concorso "Una strada, tanti presepi" organizzata dell'associazione Arte e Cultura fondata da Sergio Landolfi.Usp 00.01.09 E' un successo enorme -00.01.24 con uno spettacolo"E' un successo enorme, è bello vedere i bambini che portano qui i loro presepi con entusiasmo. Ci saranno le votazioni e poi il 6 gennaio la premiazione con uno spettacolo.Commercianti e bambini hanno realizzato numerosi presepi dando libero sfogo alla creatività e interpretando il senso della Natività ciascuno a modo suo perchè nel napoletano soprattutto l'arte del presepe è più di una tradizione è un mezzo per raccontare la realtà che ci circonda.