Genova (TMNews) - "Non esistono azioni meramente private come oggi si afferma". Lo ha detto il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, durante l'omelia della messa per l'inizio della Quaresima celebrata questa sera nella cattedrale del capoluogo ligure. "Sia il peccato che le opere d'amore -ha sottolineato Bagnasco- hanno anche una dimensione sociale, sempre". Secondo il presidente della Cei, "una mentalità individualista in cui uno vive soltanto di fronte a sè stesso, cercando tutt'al più di rispettare gli altri, conduce ad una cattiva solitudine ed induce a tiepidezza non solo nei rapporti ma anche nella vita spirituale".