Venezia, (TMNews) - Un giro di false certificazioni sanitarie per non pagare il ticket. Controlli a tappeto della Guardia di Finanza del Veneto che ha individuato 8.377 prestazioni sanitarie sospette, erogate in esenzione ticket da 11 ASL della Regione.Dopo gli oltre 2.300 "finti poveri" scovati a luglio, i finanzieri, infatti, grazie anche alle informazioni delle banche dati, hanno scoperto che altri 5mila assistiti avevano in realtà un reddito superiore ai limiti minimi che la legge prevede per l'assistenza gratuita. Le prestazioni erogate saranno ora passate al setaccio per distinguere i truffatori dai casi di effettiva necessità.Il lavoro delle Fiamme Gialle ha coinvolto complessivamente un bacino di circa due milioni e duecento mila assistiti, che in più di 132mila occasioni si sono "dichiarati" esenti per "disoccupazione e reddito". Ma oltre 8mila, sono risultate provenire da "finti poveri".