Sarajevo (TMNews) - A Sarajevo, in Bosnia, circa 2mila cittadini di fede musulmana sono scesi in piazza per protestare contro Israele, in segno di solidarietà con il popolo palestinese, dopo i nuovo episodi di violenza nella Striscia di Gaza.I manifestanti, per lo più giovani studenti provenienti dalla Turchia o dai Paesi arabi, innalzavano striscioni e urlavano slogano contro gli israeliani, definendoli "terroristi". Tra loro anche diversi cittadini palestinesi, come Atif, un medico che ora vive a Sarajevo."Noi palestinesi siamo per la pace - spiega - non siamo mai Stati contro una civile convivenza però è nostro dovere difendere la nostra patria"."Il nostro popolo - aggiunge Asad, un ingegnere palestinese che vive in Bosnia - deve essere protetto dalle aggressioni, dal fascismo e dal terrorismo di Stato sostenuto dal mondo occidentale e dalle grandi potenze, mentre nessuno tutela i palestinesi".Dall'inizio del nuovo conflitto tra l'esercito israeliano e gruppi di palestinesi, il 14 novembre 2012, sono oltre 160 i palestinesi morti, 6 gli israeliani, per la maggior parte civili. Purtroppo tra le vittime si contano anche molti bambini.(Immagini Afp)