Milano, (TMNews) - Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha confermato che se non ci sarà "un cambiamento della posizione della Lega in queste ore" punterà, in piena sintonia con i vertici del Pdl, sul voto anticipato entro un lasso di tempo compreso tra i 45 e i 90 giorni. Giusto il tempo necessario per approvare una modifica della legge elettorale regionale per togliere il cosiddetto 'listino bloccato'. Il Governatore ha anche respinto l'ipotesi di una campagna elettorale lunga sei mesi che ritiene devastante per la Lombardia.