Foggia (TMNews) - Un trucchetto apparentemente molto facile per evadere le tasse: basta togliere uno zero. Due imprenditori vinicoli hanno evaso 18 milioni di euro cancellando dalle fatture registrate in contabilità proprio uno zero. Sembra incredibile, eppure è accaduto in provincia di Foggia. In 5 anni, dal 2006 al 2010, hanno occultato con questo sistema parte dei loro ricavi ed evaso Iva per un importo di oltre 3,5 milioni di euro. I due imprenditori titolari delle aziende sono stati denunciati per dichiarazione fraudolenta, che prevede da un anno e sei mesi a sei anni di reclusione.Dalle indagini è emerso che i titolari delle due ditte inviavano regolarmente le fatture ai propri clienti, ma sulle copie che registravano in contabilità, apparentemente tenuta in maniera perfetta, "spaccavano", ovvero troncavano, l'ultima cifra "0" dell'importo del ricavo, che risultava, così, pari al solo 10% di quello reale.