Roma, (TMNews) - Sei miliardi di redditi nascosti al Fisco da oltre 2mila lavoratori. E' il bilancio di una operazione della Guardia di Finanza condotta in tutta Italia nei primi quattro mesi di quest'anno, a cui si devono aggiungere 650 milioni non dichiarati in materia di Iva. E la geografia degli evasori totali, in tutto 2.192, non fa distinzione tra Nord e Sud. Si va dalla pasticceria in pieno centro a Reggio Calabria che, oltre ad aver occultato 400 mila euro di ricavi degli ultimi 2 anni si avvaleva di lavoratori "in nero", all'albergatore di Grado che non ha mai dichiarato oltre mezzo milione di euro di ricavi, incassati col "tutto esaurito" dalla sua struttura. A finire nel mirino delle fiamme gialle ci sono poi commercianti, imprenditori edili, attività manifatturiere, professionali, scientifiche e tecniche. 853 le denunce per non aver presentato la dichiarazione e altre 530 per occultamento o distruzione della contabilità.