Milano, (TMNews) - Ditelo con i fiori. Un motto che la pittrice croata Ana Tsarev ha trasferito al mondo dell'arte: i fiori sono protagonisti assoluti delle sue grandi e coloratissime tele, che realizza nello studio di Saint Jean Cap Ferrat, nel sud della Francia."Voglio vivere i dipinti, respirarci sopra, voglio che diano sensazione al tatto, e vivi, e l'unico modo che ho di farlo da sola è dare delle pennellate di colore" spiega. L'ispirazione nasce dal lussureggiante giardino della villa dove Ana lavora, un tempo appartenuta a Charlie Chapling e poi all'attore David Niven: Churchill era ospite fisso d'estate e anche lui si dilettava a dipingere."Dipingere i fiori per me è compulsivo, è qualcosa che devo fare. È come se una musica sgorgasse da dentro di me, non è razionale, ma spirituale, una forza che prende vitas da sola. I fiori simboleggiano la transitorietà della vita". Le opere di Ana Tsarev sono esposte a New York: dopo una mostra a Parigi, si sposteranno alla Saatchi gallery di Londra, poi a Venezia e infine in Cina, nuova frontiera per un pubblico affamato di arte.(immagini Afp)