Genova(TMNews) - "Vogliamo con la nostra stima e il nostro affetto essere accanto a tutto questo ampio stabilimento che è una delle perle preziose della nostra città". Così il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, ha iniziato l'omelia della messa pasquale celebrata nello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente. Quelle dei lavoratori, che rischiano a breve di essere messi in cassa integrazione sono "preoccupazioni che condividiamo ha detto Bagnasco per questo ha rivolto a tutti un appello. "Le forme a volte si devono correggere ma è importante che il lavoro non si perda e che non si perdano la storia, la ricchezza e la professionalità" di questo cantiere "che sono conosciute nel Paese e nel mondo intero".La sfiducia però dilaga tra i lavoratori come conferma il delegato Fiom Alessandro Buffa. "La maggior parte di noi è demoralizzata e non vuole andare a votare e non crede più nei partiti e questo è un errore".