Manila, (TMNews) - Le bare bianche sfilano senza sosta, portate a spalla dai volontari: racchiudono le migliaia di vittime rimaste uccise dal tifone 'Bopha', il più violento ad aver colpito quest'anno l'arcipelago delle Filippine. A rendere noto il numero dei morti - al momento 1.020 - sono state le autorità di Manila, secondo cui ci sarebbero altre 840 persone disperse.Il tifone del 4 dicembre scorso sull'isola di Mindanao ha devastato intere strade e abitazioni, uccidendo migliaia di persone, la metà delle quali pescatori che si erano allontanatidalla costa poco prima dell'arrivo del tifone. L'ultima volta che la regione del Paese devastata dal tifone era stata colpita da una perturbazione di simile intensità risaliva al 1912.(Immagini Afp)