Roma, 26 lug. (TMNews) - Venti anni dal primo volo di un italiano in orbita. L'Agenzia Spaziale Italiana festeggia la ricorrenza ricordando anche i 50 anni di collaborazione con la Nasa. Un traguardo importante sancito dall'inaugrazione della nuova sede dell'Asi nel complesso di Tor Vergata a Roma. Era il 31 luglio 1992 quando Franco Malerba, primo astronauta italiano ad andare in orbita, compì il viaggio sullo shuttle Discovery. Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana che volerà nello Spazio nel 2014, ricorda quel momento:"Non so se Franco vent'anni fa si sarebbe immaginato che oggi esiste una Stazione Spaziale Internazionale alla quale l'Italia ha contribuito in maniera importante".Alla festa dello spazio italiano, oltre al presidente dell'Asi, Enrico Saggese, era presente il ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo:"In un momento di grande difficoltà per le economie europee, il fatto che l'Italia punti ancora di più sullo Spazio è un segnale di grandissimo interesse".Alla cerimonia erano presenti anche il direttore delle Politiche spaziali dell'Agenzia Spaziale Europea, Giuseppe Morsillo e Lori Garver, vice amministratore della Nasa, oltre ai cinque dei sette astronauti italiani: Franco Malerba, Maurizio Cheli, Umberto Guidoni, Roberto Vittori e Samantha Cristoforetti. Luca Parmitano, che sarà il prossimo italiano a volare in orbita, era in collegamento video dagli Stati Uniti.