Catanzaro (TMNews) - Le Ferrovie della Calabria sono in difficoltà economica. I lavoratori temono il fallimento dell'intera azienda e, di conseguenza, la perdita di 987 posti di lavoro per questo si sono mobilitati con un presidio permanete a Catanzaro fino a che non verranno pagati gli stipendi arretrati, arrivando persino a incatenarsi."Quando sia arriva all'esasperazione perchè non si portano più soldi in famigli si puo arrivare a questa determinazione"."E' una situazione veramente drammatica, saltano gli stipendi, gli arretrati, abbiamo famiglia e siamo stati catalogato come cattivi pagatori dalle banche. Siamo disperati, che cosa dobbiamo fare".Secondo i sindacati non è stato rispettato, a distanza di quattro mesi, l'accordo siglato tra parti sociali, azienda e Regione, per poter evitare il fallimento.