Kiev, (TMNews) - Il conto alla rovescia per Euro 2012 è iniziato e in Ucraina si alza la tensione sul tema della sicurezza durante i campionati europei di calcio. Oltre alle questioni politiche e alla minaccia del terrorismo, preoccupano le possibili aggressioni a sfondo razziale dei tifosi. "Lo scenario peggiore che abbiamo ipotizzato è uno scontro tra tifoserie. Ma ci siamo preparati a lungo per questo e abbiamo ricevuto molti rinforzi" spiega il portavoce della polizia di Kiev.A gettare benzina sul fuoco, anche un reportage diffuso dalla BBC dal titolo "Gli stadi dell'odio" nel quale si racconta del pericolo legato a formazioni di estremisti razzisti e xenofobi. "Ci sono sempre delle fronde estremiste tra gli ultrà che cercano la ribalta attaccando i supporter delle squadre rivali - spiega il direttore della rivista ucraina Football - qui ad esempio è considerato un atto di coraggio attaccare gli hooligan inglesi" .Le autorità però smentiscono che ci siano minacce di razzismo e danno rassicurazioni sulle misure di sicurezza in campo: 22mila poliziotti pattuglieranno le strade. Gli stadi saranno presidiati da 4.000 steward addestrati dalla Fifa e in tutti i luoghi sensibili sono state piazzate telecamere di sorveglianza.(immagini AFP)