Torino, (TMNews) - "Non lo manderanno in galera, come tutti i personaggi più importanti e cattivi che ci possono essere, perchè questo è stato e continua a esserlo. Mi domando in quale delle tante case in cui vanno andranno a fare gli arresti domiciliari, che ci sia piscina, confort e compagnia bella". Gli imputati del processo Eternit finiranno agli arresti domiciliari in qualche villa con piscina: è il pensiero di Romana Blasotti, presidente dell'Associazione Familiari e Vittime, in aula a Torino nel giorno della sentenza. La donna ha avuto cinque familiari morti a causa dell'amianto a Casale Monferrato.