Il Cairo (TMNews) - Il giorno dopo il ballottaggio per le elezioni presidenziali, in Egitto regna l'incertezza sui risultati e mancano ancora le comunicazioni ufficiali. In questo clima di confusione, i Fratelli musulmani rivendicano la vittoria del loro candidato Mohammed Morsi. "I dati sul 97% dei seggi - ha spiegato un rappresentante del partito islamista - indicano il dottor Morsi al 52,5% e il generale Shafiq al 47,5%". E proprio Morsi ha già parlato da presidente della Repubblica. "Mano nella mano - ha detto - per un futuro migliore, per la libertà, la democrazia, lo sviluppo e la pace".Dall'altra parte però i sostenitori dell'ex premier di Mubarak non accettano in nessun modo questi risultati e dichiarano di essere stupiti da "questo assurdo comportamento che stravolge i risultati dell'elezione". Secondo lo staff di Shafiq a essere in testa sarebbe proprio il generale. Il clima di tensione nel Paese, dunque, rimane altissimo e, nell'attesa che arrivino dei risultati ufficiali si spera che il nervosismo e le schermaglie politiche non degenerino nella violenza. L'ultima cosa di cui il fragile Egitto di oggi avrebbe bisogno.(Immagini Afp)