Egitto, (TMNews) - "Caso numero 918, del 2012: contro il medico militare Ahmed Adel. L'imputato è prosciolto dalle accuse a suo carico". Il portavoce del tribunale militare del Cairo dà lettura della sentenza che ha fatto discutere: Ahmed Adel, il medico accusato di aver costretto le manifestanti a sottoporsi ai test di verginità è stato assolto dalle accuse. Il caso è nato dalla denuncia di Samira Ibrahim, che subì il test nel marzo 2011: secondo i giudici le sue dichiarazioni erano contraddittorie, i documenti attestano che non ci sono state pressioni."Se l'avessi insultata, se avessi offeso la sua dignità, l'avessi distrutta o altro non avrebbe senso il fatto che non mi abbia riconosciuto quando mi ha visto" si difende il medico."Sono stato portato in tribunale senza che ci fosse la minima prova contro di me. Tutti le altre testimoni hanno detto cose molto diverse da lei"."E' uno scherzo - ha detto la donna commentando la sentenza. Il fatto che il caso sia stato portato davanti a una Corte militare è un disastro". Human Rights Watch denuncia le pressioni politiche sul sistema giudiziario militare, secondo Amnesty International, è un'ulteriore prova dell'incapacità della giustizia militare di occuparsi di casi di violazione dei diritti umani.Servizio a cura di Alice Monni - Montaggio di Alessandro ZIcca