Quito, (TMNews) - Il governo dell'Ecuador ha concede "asilo diplomatico" a Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks rifugiato dallo scorso 19 giugno presso l'ambasciata ecuadoriana a Londra per evitare l'estradizione in Svezia. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Ricardo Patino in conferenza stampa: il fondatore di WikiLeaks, dice, "potrebbe essere vittima di una persecuzione politica conseguenza delle sue posizioni per la libertà di stampa e in qualsiasi momento potrebbe trovarsi in una situazione pericolosa per la sua vita, la sua sicurezza e la sua integrità personale".