Capri (TMNews) - Solare, fotovoltaico ed eolico assieme a un corretto ciclo integrato dei rifiuti rappresentano la migliore soluzione per abbattere le emissioni di anidride carbonica anche sulle isole minori: queste zone per loro natura spesso sono costrette a produrre energia attraverso tecnologie obsolete con gravi ripercussioni sull'ambiente.David Newman, vice presidente dell'associazione internazionale che si occupa dei rifiuti solidi."L'europa ha già dimostrato che sia così, perché dal 1997 a oggi abbiamo già ridotto di 80 milioni di tonnellate di Co2 immesse nell'atmosfera grazia al riciclaggio e al recupero energetico dei rifiuti".L'ecosostenibilità, tuttavia, non è un obiettivo semplice da raggiungere soprattutto sulle isole. Per questo le associazioni ambientaliste hanno messo a punto un progetto già sperimentato alle Egadi, di cui si è parlato a un convegno sull'isola di Capri. Sentiamo Mario Gamberale, a.d. di "AzzeroCo2"."AzzeroCo2, società di Legambiente, Kyoto club e istituto Ambiente Italia, negli ultimi 3 anni hanno aiutato l'arcipelago delle Egadi ad avviare un percorso di sostenibilità, introducendo tecnologie di efficienza energetica: fotovoltaico, solare termico, impianti di co-generazione sostenibili e intervento in mobilità sostenibile sul sistema isolano andando a delineare uno scenario futuro di sostenibilità del sistema isola".