Ginevra (TMNews) - Potenza pura, stile, design, linee seducenti e tecnologia che guarda al futuro, mututata dall'esperienza in Formula 1: è LaFerrari, l'erede della Enzo, nuova supervettura di Maranello - la prima ibrida della storia - presentata in anteprima al Salone dell'auto di Ginevra. Un bolide da quasi mille cavalli e oltre 370Km all'ora di velocità massima, riservato a quei pochi fortunati disposti a sborsare oltre un milione di euro, tasse escluse, per trasformare il sogno in realtà."Il concetto - spiega il direttore tecnico della Ferrari, Franco Cimatti - è stato realizzare una vettura che fosse il più compatta possibile e utilizzare per l'abitacolo solo lo spazio necessario al pilota per guidarla, sfruttando tutto il resto per ottimizzare altre funzioni come l'aerodinamica, il raffreddamento e appunto il nuovo sistema ibrido, per la prima volta installato su una Ferrari".Il poderoso motore a 12 cilindri del cavallino rampante, da 6.262 centimetri cubici, questa volta è accompagnato da un motore elettrico da 120 Kw per generare una coppia totale di oltre 900 Nm. Le batterie, integrate nel pianale, si ricaricano recuperando l'energia cinetica in frenata, come accade coin il Kers utilizzato in gara da Alonso e Massa che hanno dato un importante contributo per lo sviluppo della vettura.LaFerrari è stata prodotta in serie limitata, soli 499 esemplari ma per aggiudicarsela c'è già una lista d'attesa di circa 700 "paperoni".(Immagini Afp)