Roma (TMNews) - Si preoccupava di annotare dettagliatamente su un black notes gli importi che percepiva in nero dai suoi pazienti, ma questo eccesso di zelo è costato caro a un noto dentista romano denunciato dalla Guardia di Finanza per "dichiarazione infedele". Secondo le Fiamme Gialle, il professionista avrebbe nascosto al fisco oltre 8 milioni di euro. Le indagini sono scattate proprio in relazione al tenore di vita del dentista, ritenuto eccessivo rispetto a quanto indicato nelle dichiarazioni dei redditi: nel solo 2006, ad esempio, avrebbe percepito realmente oltre 3 milioni di euro mentre ne risultano dichiarati al Fisco poco più di 250mila. Nel corso del blitz presso lo studio, i finanzieri hanno ritrovato 21 block notes con annotati i compensi percepiti dai clienti, per i quali non era mai stata rilasciata la fattura. Per le indagini la Gdf ha passato al setaccio 140 fra conti correnti e rapporti finanziari, sui quali erano confluiti gli incassi "in nero".