La Paz, (TMNews) - Cambio di rotta alla Dakar. Il prossimo 5 gennaio scatterà la 35esima edizione del raid più duro al mondo, che da ormai 6 anni si disputa in Sud America. La novità del 2014 è l assenza del Perù, che verrà sostituito dalla Bolivia. Un Paese tutto scoprire ed esplorare, con scenari mozzafiato e paesaggi lunari come il Salar de Uyuni, un enorme deserto di sale a più di 3.600 metri di altezza.Sulla Bolivia alcuni piloti avevano manifestato scetticismo, proprio a causa dello sviluppo in quota delle tappe che imporrebbero una nuova e maggiore attenzione per i carburanti."Questa è una grande occasione di sviluppo per tutto il paese,il nostro impegno è totale" ha detto il presidente Evo Morales che ha destinato all'organizzazione della competizione 2,6 milioni di dollari.Per due settimane, i partecipanti sfideranno le impervie terre del continente americano a bordo di auto, camion, moto e quad.La gara si articolerà in 13 tappe, con un giorno di riposo in mezzo passando tra Argentina, Bolivia e Cile. Gli organizzatori hanno inoltre spiegato che ci saranno più tappe "marathon", con una riduzione del chilometraggio dei trasferimenti.