Santiago, (TMNews) - "Armati di pace, perdono e comprensione si può cercare di costruire una società aperta e rinnovata, migliore, più degna dell'uomo e che rifletta di più la volontà di Dio". Vede un futuro di cambiamenti per Cuba Papa Benedetto XVI che così si è rivolto ai 200mila cubani che hanno partecipato alla messa a Santiago , prima tappa del viaggio del pontefice sull'isola.Alla celebrazione era presente anche il presidente Raul Castro, che ha accolto il Pontefice anche all'aeroporto in attesa di volare all'Avana da leader maximo Fidel. Nessun incontro, invece, con i dissidenti cubani che in questi giorni denunciano di essere stati vittima di arresti e minacce per evitare problemi durante la visita papale. Niente da fare anche per le damas de blanco che avevano chiesto di poter parlare almeno un minuto col Papa dei loro figli e mariti imprigionati dal governo per motivi politici.