Abidjan (TMNews) - I nuovi talenti del calcio internazionale verranno dall'Africa, come ben sanno i talent scout dei club più importanti a livello internazionale. Ma questa scuola calcio di Abidjan, in Costa d'Avorio, dove si allenano gratuitamente bambini e ragazzi tra i 9 e i 18 anni, si prefigge anche altri obiettivi. Come spiega l'ex centrocampista professionista Souleymane Cissé, che ha fondato e finanziato il centro."La cosa più importante per me non è il calcio. Lo ripeto sempre: la cosa più importante è la formazione scolastica".Al Cissé Institute Football Club, infatti, anche se gli allievi sono scelti principalmente per le loro capacità calcistiche, per mantenere il posto devono avere un'ottima media in pagella."Mi sono accorto che molti ragazzi delle aree più povere del paese hanno un vera passione per il calcio e allora mi sono detto: perché non metterla a frutto per portarli a scuola, visto che molti non ci vanno?".Detto fatto. Abdoulaye Traoré, è un ottimo attaccante ma se vuole continuare a seguire i corsi deve dimostrare buona volontà anche sui libri e quaderni."Appena finiti corsi e interrogazioni, gli istruttori ci chiedono di vedere i compiti per controllare come andiamo a scuola".Non tutti i ragazzi del Cissé Institute potranno diventare calciatori professionisti ma tutti potranno dire di avere imparato qualcosa grazie al calcio.(Immagini Afp)