Washington, (TMNews) - "Questa decisione è una vittoria per la gente di tutto il Paese, le cui vite saranno più sicure grazie alla legge all'approvazione della Corte suprema". Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama commenta il sì della Corte Suprema alla riforma della Sanità, da lui fortemente voluta, giudicata costituzionale. Le compagnie di assicurazione non potranno più approfittare della situazione, ha precisato Obama riferendosi alla norma dell'"individual mandate", che obbligherà tutti i cittadini a sottoscrivere un'assicurazione sanitaria entro il 2014 e le compagnie a calmierare i prezzi."Se siete tra i 250 milioni di Americani che hanno un'assicurazione sanitaria la manterrete: la legge la renderà più sicura e conveniente. Le compagnie non potranno più imporre limiti alla durata della vostra vita o a quante cure ricevete".Decine di americani hanno festeggiato la decisione fuori dalla Corte Suprema: milioni di persone non hanno un'assicurazione o non possono sostenere i costi delle cure. "L'individual mandate renderà più conveniente curarsi: io non posso pagare 825 dollari al mese e avere una copertura sanitaria quasi nulla" dice questa manifestante. Le opposizioni promettono battaglia, i Repubblicani annunciano un voto per abrogare la legge al Congresso. Obama intanto guarda avanti: ora bisogna rilanciare l'economia e creare posti di lavoro.(immagini AFP)