Grosseto, (TMNews) - Il centro di Grosseto blindato, ma la seconda udienza dell'incidente probatorio per il naufragio della Costa Concordia, si è tradotta in una breve formalità alla presenza di pochissime delle parti in causa come conferma l'avvocato Bruno Leporatti, che difende l'ex comandante della Concordia, Francesco Schettino."E' stata una udienza breve perchè non c'era nulla da dire"I periti del Gip stanno ancora esaminando i dati di navigazione e le registrazioni audio della plancia di comando della nave. Per questo, la prossima udienza, che sarà la prima che metterà a confronto le deduzioni delle varie parti in causa, è stata rinviata al 15 ottobre. L'avvocato Antonio Langher che difende il secondo ufficiale Salvatore Ursino è soddisfatto."Vista la complessità dell'operazione, l'incidente probatorio sta procedendo abbastanza velocemente".