Bogotà (TMNews) - Non solo una tregua, ma una vera pace. E' questo che chiedono i guerriglieri delle Farc al governo colombiano, nel momento in cui si tratta per porre fine a un lungo conflitto interno. Lo ha detto il leader comunista Ricardo Tellez, intervistato in esclusiva dalla France Presse."Quello che chiediamo - ha detto il comandante dall'Avana a Cuba - è la fine della guerra. Questo è il nostro obiettivo, non una tegua o un cessate-il-fuoco o un armistizio: questi potrebbero aiutare a evitare altre morti, ma non salverebbero il processo. Il vero tema è porre fine al conflitto".Nonostante i negoziati, la posizione delle farc nei confronti del governo di Juan Manuel Santos resta molto dura."Il governo - ha aggiunto Tellez - non vuole neppure la tregua, e secondo noi questo è un grosso ostacolo. Trattare restando sotto il fuoco è come attraversare un campo minato. Ma ci siamo abbastanza abituati".Il comandante poi ha avuto parole di moderato apprezzamento per gli Stati Uniti, senza risparmiare però una stoccata."Bisogna ammettere - ha concluso Tellez - che il governo degli Stati Uniti ha spinto la Colombia a dialogare con le Farc. Vorremmo che questa apertura portasse anche a una sostanziale riduzione delle forniture militari di Washington a Bogotà".