Roma, (TMNews) - "Non si può far finta di essere Alice nel paese delle meraviglie e non capire che la chiusura dello stabilimento di Taranto ha effetti positivi sui concorrenti internazionali che non usano gli stessi limiti ambientali che noi stiamo ponendo a Taranto": a parlare il ministro dell'Ambiente Corrado Clini in un'informativa urgente alla Camera sul caso Ilva. "Noi - ha proseguito - applichiamo a Taranto per la prima volta i limiti ambientali che in Europa entreranno in vigore dal 2016. Chiudere l'Ilva di Taranto fa un grande favore a concorrenti internazionali che continueranno a produrre in condizioni ambientali molto peggiori a quelle che noi stiamo imponendo allo stabilimento di Taranto"