Civitanova Marche (TMNews) - Oggetti di bigiotteria contrassegnati come privi di nichel e invece pesantemente arricchiti col metallo, quindi potenzialmente pericolosi per la salute. Sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza di Civitanova Marche in un negozio locale. Le Fiamme Gialle hanno fatto analizzare i gioielli dalla ARPAM di Macerata, scoprendo che i livelli di Nichel erano fino a 1.000 volte più alti dei 20 mg per kg previsti dalla legge. Quindi sono stati immediatamente sequestrati 3.600 oggetti di bigiotteria e la titolare del negozio è stata denunciata alla Procura. Il nickel è un metallo responsabile di molti dermatiti e allergie, in particolar modo se contenuto in gioielli che restano a contatto diretto con la pelle per lungo tempo.