Cisgiordania, (TMNews) - Ha solo 15 anni ma ha le idee molto chiare: vuole portare aria nuova nella città di Allar, in Cisgiordania. Bashaer Othman è il sindaco più giovane del mondo: su quella poltrona siede grazie a un'iniziativa che punta a coinvolgere in politica i giovani palestinesi. Bashaer ha il compito di prendere per due mesi il posto del primo cittadini eletto: deve gestire la città, con la supervisione del collega adulto, può prendere decisioni e firmare documenti. Unico veto, le decisioni di bilancio. "La vera difficoltà che ho dovuto affrontare - spiega la ragazza - è data dalla mia giovane età. Ho 15 anni e non so nulla di come si lavora in Comune". I piccoli problemi quotidiani non la fermano: grazie all'aiuto di uno staff esperto svolge bene il suo lavoro."La decisione di nominarla è arrivata da chi governa la città: a sceglierla è stato il Consiglio dei giovani. Penso sia una buona idea, è educativo" commenta il sindaco. Lei tiene a precisare che da quando siede sulla poltrona di primo cittadino tutto fila liscio."Noi portiamo le nostre idee alla gente palestinese: vogliamo capiscano che nulla è cambiato, grazie al lavoro dei nostri colleghi, alla presenza del Consiglio dei giovani e ai lavoratori del Comune. Mi hanno aiutato molto". Un'esperienza istruttiva per Bashaer, anche se a termine: dopo l'estate tornerà sui banchi di scuola.