Catania, (TMNews) - Una passeggiata per Catania, una partita a calcio balilla e un giro in motorino, erano alcune delle attività che svolgevano senza nessuna difficoltà cinque sedicenti ciechi. Erano riusciti a far credere ai medici di essere non vedenti e così si sono garantiti assegni di invalidità e indennità di accompagnamento riscossi, in alcuni casi, anche da più di venti anni.A scoprire la truffa di quasi mezzo milione di euro ai danni delle casse dell'Inps sono stati i militari della Guardia di Finanza di Catania. Ad incastrare i truffatori, tre uomini e due donne, tra i 30 e i 47 anni sono stati una serie di accurati pedinamenti dei sospettati ripresi in video mentre si muovevano per la città senza nessuna difficoltà.L'Autorità Giudiziaria ha disposto il sequestro dei beni e dei valori necessari a risarcire lo stato. I sigilli hanno interessato 5 immobili e le disponibilità sui conti correnti bancari dove venivano accreditate le indennità.