Pechino (TMNews) - Dura condanna per l'attivista cinese Ni Yulan: "L'imputata Ni Yulan ha creato instabilità e distrutto proprietà pubbliche e private per questo deve essere punita con due anni e otto mesi di prigione". Il portavoce della corte di giustizia di Pechino ha letto la pensante sentenza di condanna per i reati di frode e disturbo della quiete pubblica nei confronti dell'avvocato celebre per il suo impegno in favore dei diritti umani. Anche il marito, Dong Jiqin, è stato condannato a due anni con la stessa motivazione."Noi non crediamo che questo verdetto sia giusto, è illegale. Perchè quello che ha fatto lei non è contro la legge" spiega l'avvocato della donna che è in sedia a rotelle dal 2002 quando subì un pestaggio in carcere da parte della polizia che le procurò la frattura dei piedi e delle ginocchia."Non è solo la persecuzione di una donna, è la persecuzione di tutto il popolo, se non si rispettano i suoi diritti non si rispetta la società intera" ha concluso il figlio dell'attivista.Nel corso dell'ultimo decennio, Ni Yulan ha subito persecuzioni, arresti e torture.