Kabul, (TMNews) - Corpi palestrati, tirati a lucido, muscoli tesi e posizioni da sforzo. Il Body building non è uno scimmiottamento della cultura occidentale ma è una vera passione per gli afgani. Si tratta di uno degli sport preferiti nel paese e che persino durante il governo dei talebani era permesso seppure in ambiti limitati.A Kabul si sono tenute le selezioni per le elezioni di Mr Afghanistan 420 atleti si sono presentati ma solo 27 hanno avuto la fortuna di partecipare alle finali. Nella arena costruita dai sovietici una vera ressa di uomini entusiasti ha assistito alla gara. Il bodybuilding è una metafora della vita nel paese devastato da decenni di conflitti: esercitare il controllo assoluto del proprio corpo, in un mondo ancora dominato dal caos significa affermare la possibilità di una vita diversa. Ovviamente le donne non sono ammesse: non possono ne' gareggiare ne' assistere alle competizioni.(immagini AFP)