Caserta, (TMNews) - Si fingeva un capitano della Guardia di Finanza per truffare ragazze innamorate, ordini religiosi e associazioni di volontariato. Sono state le stesse Fiamme Gialle di Caserta a scoprire le macchinazioni di un 31enne di Maddaloni che, in combutta con la madre, si guadagnava da vivere illudendo il prossimo: adescava giovani ragazze sui social network, dove millantava un lavoro da finanziere e titoli di studio inesistenti; chiedeva loro di sposarlo, arrivando fino a frequentare con molte il corso prematrimoniale e poi, dopo aver chiesto alle fidanzate i soldi per organizzare le nozze o per comprare i mobili, si dileguava.Sfoderando il tesserino da finanziere apriva conti poi mai pagati in discoteche e ristoranti e inventandosi raccolte fondi rubava denaro e chiese e associazioni. Ora è stato arrestato e denunciato insieme con madre e due fratelli per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata.