Parigi, (TMNews) - "Non è possibile che gli operai siano rappresentati da una miliardaria". "C'erano altri personaggi, anche italiani, che potevano rappresentare Nogent, con tutta l'immigrazione che c'è stata qui. Non era il personaggio più adeguato".I cittadini di Nogent-sur-Marne, vicino a Parigi, non sembrano convinti della scelta del loro sindaco: erigere una statua con il volto di Carla Bruni, vestita da operaia, per rappresentare le donne italiane che dal 1860 emigrarono per lavorare nei piccoli atelier della cittadina francese. La scultura in bronzo, alta due metri, è stata commissionata all'artista Elisabeth Cibot per decorare la residenza "Piccola Italia" ed è intitolata "la Valnurese", dal nome della valle dell'Emilia Romagna da dove venivano molte delle lavoratrici. "E' una proprietà privata, non è destinata alla gente di qui, ma io continuo a chiedermi quanto sia costata ai cittadini" dice una ragazza.La statua, costata 82.000 euro, doveva essere finanziata per metà dalla comunità e per l'altra dal sindaco, figura di rilievo dell'Ump vicino all'ex presidente Sarkozy. Ma alla fine, dopo le proteste dell'opposizione, è stata realizzata con fondi privati. L'inaugurazione è prevista a settembre.(immagini AFP)