Beaune (TMNews) - L'ex Première dame francese, Carla Bruni, moglie di Nicholas Sarkozy si è improvvisata per un giorno banditrice d'asta per una nobile causa. A Beaune, in Borgogna, la modella e cantante italo-francese è riuscita a vendere una botte da 350 litri di vino Corton Grand Cru Charlotte Dumay per l'astronomica cifra di 270mila euro. Il ricavato verrà devoluto al due associazioni benefiche: la Fondazione Bruni-Sarkozy che si occupa di favorire l'accesso alla cultura di persone svantaggiate e la Fondazione Idée che, invece, promuove l'apertura a Lione di un centro per i bambini che soffrono di epilessia."Volevo ringraziarvi infinitamente - ha detto carla a fine asta - sono davvero onorata che la mia fondazione possa beneficiare di questa meravigliosa vendita agli Hospice di Beaune. E' un grande onore per tutte le persone che lavorano con me".Ad aggiudicarsi la preziosa botte un filantropo ucraino, Igor Iankovskyi che ha definito l'asta una situazione di "doppia vittoria", per entrambi, per chi ha venduto e per chi ha comprato."Ho acquistato questo vino per l'asta benefica che io stesso sto organizzando in Ucraina - ha spiegato - per dei progetti sui quali sto lavorando. Quindi la ragione di tutto questo è unica: la carità".Per far alzare la posta, Carla ha promesse che se si fosse raggiunta almeno la somma di 250mila euro a consegnare la botte sarebbe stata lei stessa insieme al marito. Per cui, ora, per l'ex coppia presidenziale francese, si prospetta un viaggio in Ucraina.(Immagini AFP)