Capri, 2 lug. (TMNews) - A Capri insieme all'estate arriva la tassa sullo sbarco: a partire dal primo luglio i turisti pagano 1,50 di sovraprezzo sul costo del biglietto di viaggio per l'isola.Una tassa voluta dalle amministrazioni di Capri e Anacapri per rimpinguare le casse comunali con denaro contante immediatamente disponibile per essere reinvestito proprio nel settore turistico. La tassa ha provocato malumori fra qualche turista preso di sorpresa e non piace ai tour operator ma alcuni albergatori di Capri, come Sergio Gargiulo, vedono diversi lati positivi. "Finalmente - dice - fra due tasse è stata eliminata quella ingiusta, la famigerata tassa di soggiorno che imponeva tariffe alte per i clienti stanziali che invece noi dobbiamo privilegiare".Il sovraprezzo colpisce di più i turisti mordi e fuggi, mentre sono esentati i residenti, i lavoratori e gli studenti pendolari e i proprietari di casa sull'isola, solo se in regola con il pagamento dell'Imu.