Roma (TMNews) - Trasparenza e codici etici per tenere fuori la criminalità dagli appalti pubblici. Il ministro dell'interno Anna Maria Cancellieri, nel suo intervento all'81esima Assemblea generale dell'Interpol a Roma, affronta il tema della corruzione, nei giorni della bufera che ha investito il Viminale e la gestione degli appalti, uno scandalo che coinvolge il vice capo della Polizia Nicola Izzo."Servono strumenti come codici etici che coinvolgono in primis gli apparati pubblici, ma anche tutta la società civile, e codici antimafia".Riguardo alla decisione di respingere le dimissioni di Nicola Izzo il ministro ha spiegato: "Una persona non può essere giudicata sulla base di un esposto anonimo".