Caserta, (TMNews) - Un lungo elenco di nomi divisi fra affiliati e imprenditori sotto ricatto: è partita dai libri contabili trovati dalle Forze dell'ordine l'operazione congiunta di carabinieri, polizia e Guardia di finanza di Caserta che ha portato all'arresto di 44 affiliati al clan Belforte di Marcianise. Un duro colpo per il potente gruppo camorristico del casertano a cui sono stati anche sequestrati beni per 10 milioni di euro.Le carte che hanno dato il via all'indagine hanno permesso di risalire all'organigramma e alle attività illecite del clan ormai governato dalle donne. Secondo gli inquirenti infatti negli ultimi anni è cresciuto sempre più il ruolo delle mogli dei capiclan, condannati a lunghe pene detentive e reclusi in regime di carcere duro. Le donne dirigevano l'organizzazione gestendo la cassa e impartendo ordini.