Milano, 12 mar. (TMNews) - Duro colpo al tesoro del Clan Mallardo. La Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato beni per circa 71 milioni di euro al gruppo camorristico, attivo a Giugliano in Campania, nella provincia settentrionale di Napoli e in diverse regioni italiane.Nell'ambito dell'operazione "King Kong" sono stati arrestati due "colletti bianchi" sono Alfredo Aprovitola, detto "il commercialitsta", e Domenico Aprovitola, conosciuto come "il collocatore" perché in passato ha ricoperto l'incarico di funzionario dell'ufficio provinciale di Collocamento. Secondo l'accusa quest'ultimo assicurava false assunzioni per mogli e parenti degli affiliati al clan detenuti o deceduti.Le indagini hanno consentito di ricostruire come il nome degli Aprovitola fosse legato a numerose società, intestate a prestanome, in cui venivano veicolate somme di denaro proventodelle attività illecite del clan. Risorse economiche che venivano anche incrementate dal prestito con interessi. E' stato, inoltre, ricostruito il patrimonio immobiliare pari a cento unità, di cui fanno parte hotel e bar, che è stato posto sotto sequestro.L'organizzazione criminale dei Mallardo, da anni, si è infiltrata nel tessuto economico, amministrativo e politico del Giuglianese divenendo un gruppo camorristico particolarmente potente e difficilmente aggredibile.Servizio a cura di Alessandra Velluto - Montaggio di Gualtiero Benatelli