Caserta, (TMNews) - Tentava di ricompattare il clan dei Casalesi, dopo l'arresto del fratello, la ex primula rossa Antonio Iovine: ma gli agenti della squadra mobile di Caserta l'hanno trovato e arrestato. Giuseppe Iovine, 50 anni, detto "o ninno" è stato sorpreso nel sonno, mentre dormiva nella masseria di famiglia a San Cipriano d'Aversa, nel Casertano, in pieno territorio del clan. Gli investigatori hanno accertato le pressanti e continue richieste di denaro che Giuseppe Iovine rivolgeva a imprenditori e commercianti della zona: era lui stesso a chiedere il pizzo, con cifre che variavano tra i 200 e i mille euro. Circostanze mai confermate però dalle vittime di estorsione, che anzi minimizzavano, definendo le richieste "piccoli prestiti". Con Iovine è stato arrestato anche Nicola Fedele, 30 anni: sono accusati di estorsione continuata e aggravata dal metodo mafioso e dal fine di agevolare il clan dei Casalesi-gruppo Iovine.