Napoli (TMNews) - Il fumo si alza dalla boscaglia, sotto le frasche il fuoco brucia le sterpaglie e poi le fiamme arrivano a danneggiare anche tutti gli alberi. Il centralino dei vigili del fuoco di Napoli in tilt a causa dell'emergenza incendi. In poche ore i pompieri napoletani hanno eseguito 95 interventi per spegnere le fiamme che stanno devastando la costiera. Una mole di lavoro enorme supportata grazie all'impegno dei vigili ma occorrerebbero più uomini e più mezzi per affrontare i danni di una estate rovente spiegano al Comando provinciale. Tre i focolai più grossi nella zona della Penisola Sorrentina: a Vico Equense, a Lettere e Agerola, dove sono entrati in azione anche i Canadair per circoscrivere le fiamme. Pochi gli interventi invece a Napoli città, numerosi invece nella zona vesuviana, in particolare a Terzigno e a Boscoreale.