Milano, (TMNews) - "Ci sono stati momenti di paura ma anche di pura poesia. Quando ci hanno preso c'è stato un dibattito interno fra di loro, qualcuno voleva ammazzarci". Così Paolo Bosusco, appena atterrato all'aeroporto di Malpensa, ha svelato alcuni retroscena del mese passato in ostaggio dei ribelli maoisti nello stato dell'Orissa, in India. "Non avevo tanta paura, a parte le prime due ore", ha continuato, raccontando di essere stato preso a calci e legato.