Bologna, (TMNews) - Un master per imparare a gestire i beni confiscati alla mafia. L'idea è dell'Università di Bologna che intende dedicare il corso a Pio La Torre, sindacalista ucciso dalla mafia. Spesso infatti burocrazia e inesperienza impediscono di utilizzare in pieno queste "ricchezze" strappate all criminalità organizzata.L'iniziativa è coordinata dalla professoressa Stefania Pellegrini, docente in Filosofia del diritto."Aumentano i sequestri, aumentano le confische ma non abbiamo professionalità in grado di gestire i beni".Si tratterà di un master di primo livello indirizzato non solo ai neolaureati ma anche e soprattutto a professionisti che devono amministrare come custodi giudiziari il bene e a coloro che vogliono chiedere in assegnazione un bene, come responsabili di associazioni di volontariato o cooperative."Improtante è chiedere assegnazione però è fondamnentale che bene produca ricchezza".A insegnare docenti ed esperti come Nando Dalla Chiesa, figlio del generale ucciso nel 1982. A fianco dell'Alma Mater in questo progetto anche Libera, l'associazione di don Ciotti, Avviso Pubblico e la Procura di Bologna.