Crotone (TMNews) - Resta complicata la situazione in Calabria a causa del blocco dei Tir. Nei supermercati si moltiplicano i disagi sia per i clienti sia per i commercianti, soprattutto per le merci fresche come verdure e latticini. Il blocco dei trasportatori sta causando rallentamenti anche nella raccolta della spazzatura nelle città calabresi.Intanto la protesta continua: sono segnalati ancora presidi sulla autostrada Salerno-Reggio Calabria, in particolare nel Cosentino e nel Catanzarese e sulel statali 18 e 106 "Jonica".Secondo Coldiretti sono almeno 100mila le tonnellate di prodotti deperibili che dovranno essere buttate perché non giunte in tempo a destinazione a causa del blocco dei Tir, con danni per oltre 200 milioni di euro e ripercussioni gravi sull'intera filiera agroalimentare, nonché sui prezzi.