Empoli, (TMNews) - "Di fuoco amico noi non abbiamo bisogno. Gli avversari li avremo dal luogo classico: la destra. Io vorrei che ogni tanto il mio contendente riuscisse a pronunciarla questa parola, la destra perché esiste, esiste la destra". Lo ha detto il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, nel comizio tenuto a Empoli, riferendosi al suo sfidante Matteo Renzi. "La destra adesso è un po' scombinata, ma c'è. E' un anno che Berlusconi è caduto. Ma voi avete mai sentito di una riunione del Pdl, di qualcuno, in tanti o pochi, che discutesse del tema: 'abbiam forse sbagliato qualcosa?' Niente. La differenza - ha concluso Bersani - tra noi e loro è che per noi è sempre colpa nostra e per loro non è mai".