Palermo, (TMNews) - Giornata palermitana per Pierluigi Bersani, tutta dedicata a sostenere la candidatura di Rita Borsellino alle primarie del Pd per la corsa a sindaco. Il leader del partito democratico, fra una visita alla comunità di Sant'Egidio e un saluto agli operai dello stabilimento Fincantieri, ha parlato di temi nazionali come il lavoro e la cittadinanza ai figli degli immigrati anche se a tenere banco sono state le questioni interne al Pd palermitano; il tema caldo è la polemica scatenata da Davide Faraone, iscritto al partito e candidato alle primarie per il centrosinistra che ha accusato il partito di favorire Rita Borsellino, finanziandola."Questi confronti non sono un pranzo di gala, ma nemmeno rese dei conti. Alla fine le primarie saranno una festa della democrazia, una grande occasione per la riscossa civica".Bersani ha anche risposto direttamente alle accuse di Faraone."Io rispetto tutti i candidati di queste primarie di coalizione. Non è un mistero che abbia chiesto a Rita Borsellino di partecipare alle primarie, perché penso possa dare una mano grossa alla riscossa civica che inseguo e che a fare di Palermo e della Sicilia un messaggio all'Italia e all'Europa"Il candidato ribelle non ci sta e in una lettera indirizzata al suo segretario ha scritto il perché della sua assenza agli eventi del partito a Palermo: "Questo non è il mio Pd, caro Bersani ti sei tolto la maglia di arbitro per fare il dodicesimo uomo in campo".