Roma (TMNews) - "L'anticipo delle elezioni è" un motivo "risibile" che non può comportare la crisi dello spread: "si tratta di poco più di un mese, non c'è una ragione vera". Lo ha detto il leader del Pdl Silvio Berlusconi parlando a La Telefonata. "Smettiamola di parlare di questo imbroglio: cosa ci importa degli interessi sui nostri titoli rispetto a quelli sui bund tedeschi?", ha aggiunto.